Normativa


 

I principali riferimenti normativi nazionali:

 


  • 16 lug 2015 - “Gazzetta Ufficiale„ n. 162 del 15 luglio 2015
    Pubblicati i Decreti Attuativi della Legge 90 preannunciati dal MISE 
    DECRETO 26 giugno 2015.
    Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici.
    DECRETO 26 giugno 2015.
    Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell’applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici.
    DECRETO 26 giugno 2015.
    Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.



  • TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 4 giugno 2013, n. 63 Testo del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 (in Gazzetta Ufficiale -
    serie generale - n. 130 del 5 giugno 2013), coordinato con la legge di conversione 3 agosto 2013, n. 90 (in questa stessa Gazzetta
    Ufficiale alla pag. 3), recante: « Disposizioni urgenti per ilrecepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del
    Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate
    dalla Commissione europea, nonche' altre disposizioni in materia dicoesione sociale.». (13A06688) (GU n.181 del 3-8-2013)

 

  •  LEGGE 3 AGOSTO 2013, n°90 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 4 giugno 2013 , n.63, recanti le disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento Europeoe del consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla commissione europea, nonchè altre disposizioni in materia di coesione sociale. (GU n.181 del 03/08/2013).

 

  • D.P.R. 16/04/2013, n. 75, (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.149 del 27 giugno 2013) con il quale viene definito il Regolamento recante la disciplina dei criteri di accreditamento dei Tecnici Abilitati per la Certificazione Energetica degli Edifici, a norma dell'art.4, comma 1, lettera c) del DLgs 19 agosto 2005, n.192

 

  • Decreto-legge del 4 giugno 2013 n.63 - Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento Europeoe del consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla commissione europea, nonchè altre disposizioni in materia di coesione sociale. (GU n.181 del 03/08/2013).

 

  • Decreto Legislativo 28/2011 - Fonti rinnovabili e certificazione energetica. Le più importanti novità definite dal decreto per quanto concerne l’efficienza energetica degli edifici sono la definizione degli obblighi di utilizzo delle fonti rinnovabili negli edifici di nuova costruzione e sottoposti a ristrutturazioni importanti (Art. 11 e Allegato 3) e l’introduzione dell’obbligo, in sede di compravendita e locazione di un edifico,dell’introduzione di una clausola in cui l’acquirente o il locatore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione in ordine alla certificazione energetica degli edifici (art. 13). Nello stesso art. 13 si introduce dal  1 gennaio 2012 l’obbligo per tutti gli annunci commerciali di vendita di riportare l’indice di prestazione energetica contenuto nel certificato energetico dell’edificio;

 

  • Decreto Legislativo 56/2010 - Modifiche ed integrazioni al decreto 30 maggio 2008, n. 115, recante attuazione della direttiva 2006/32/CE, concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e recante abrogazioni della direttiva 93/76/CEE; Tale decreto anticipa al 1° luglio 2010 ( al posto del 1 gennaio 2011) i limiti di trasmittanza termica centrale dei vetri previsti dal DLgs 192 e s.m. attuato dal DPR 59/2009. Inoltre il decreto estende il sistema di deroghe, previsto nelle nuove costruzioni in caso di riduzione almeno del 10% dell'indice di prestazione energetica limite, anche alle distanze minime dal confine e alle altezze massime degli edifici e propone nuove rettifiche e chiarimenti anche per le ristrutturazioni. Nel DLgs 56/2010 tra gli elementi in deroga è stata aggiunta la frase "le distanze minime dai confini di proprietà".

 

  • Ministero dello Sviluppo Economico: D. M. 26 giugno 2009 “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”;

 

  • D.P.R. 59  del 2 aprile 2009 - Regolamento di attuazione dell'articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.  GU n. 132 del 10-6-2009; Il 25 Giugno 2009 è entrato in vigore il DPR 59/09, che introduce il nuovo quadro di disposizioni obbligatorie che sostituiscono le indicazioni “transitorie” dell’Allegato I del DLgs311/06.

 

  • Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n.  115 di attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici secondo quanto previsto all’art. 18 comma 6 e le disposizioni dell’allegato III;

 

  • Decreto Legislativo 29 dicembre 2006 n. 311 “Disposizioni correttive ed integrative al D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico nell'edilizia”;

 

  • Decreto Legislativo 19 agosto  2005, n. 192 “Attuazione della  Direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia” e ss.mm.;

 

  • Direttiva n. 2002/91/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio sul rendimento energetico nell'edilizia;

 

  • Legge 9 gennaio 1991, n. 10 - Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia